Cosa fare a Sorrento? Luoghi, cultura e sapori

sorrento

Sorrento è detta anche la “perla del Golfo”: è una delle città più belle dell’omonima Penisola Sorrentina. Chi visita Sorrento, potrà scoprire tutta la sua storia ma soprattutto, assaporare ogni angolo del suo prezioso fascino. Ma cosa è possibile fare a Sorrento? Quali sono i posti assolutamente da non perdere? Innanzitutto, c’è a dire che Sorrento si trova nel Golfo di Napoli, a pochi passi da Capri ed è caratterizzata per un porticciolo davvero molto particolare. Diventata famosa per il suo panorama sul mare e per la sua piazza Tasso, è anche fornita di un centro storico dove si trova la chiesa di San Francesco ed uno prezoso chiostro, molto elegante.

Chi vuole vedere la vera essenza di questa città, che ha ispirato canzoni del calibro di “O’ sole mio” o la celebre “Torna a Surriento”, non può perdersi tutte i suoi angoli più suggestivi seguendo la guida di Ilovecostiera.com.

Visitare Sorrento

A Sorrento si arriva in auto o con il treno della Circumvesuviana partendo da Napoli. Il punto di partenza per esplorare questa perla del Golfo è la piazza Lauro, che è la piazza più moderna della città. Si può attraversare tutto il Corso Italia con i suoi negozi, le boutique e le famose gelaterie. Inoltre, si può procedere per fino a Piazza Tasso. È proprio qui che si trovano i migliori e storici caffè della città di Sorrento. Chi fa visita piazza Tasso, non può perdersi una sosta nello storico caffè del centro e assaggiare i famosi gelati ai limoni di Sorrento, frutti dal sapore che hanno reso questo territorio famoso in tutto il Mondo. Ma la bellezza di Sorrento è anche di tipo storico. Al centro di piazza Tasso si trova la statua di Sant’Antonino, che è il santo protettore della Perla del Golfo. Poi si trova anche la statua di Torquato Tasso che dà il nome alla piazza perché è proprio a Sorrento che il poeta è nato.

I luoghi alla scoperta di Sorrento

Alla scoperta di Sorrento si scoprirà anche il Vallone dei mulini. Infatti, deviando lungo il viale Enrico Caruso, si potrà scoprire uno dei valloni, ovvero queste insenature di tufo che sono tipiche delle colline di Sorrento e che arrivano fino al mare. Vi sono anche i resti di un famoso mulino che aveva una falegnameria annessa. Inoltre, proseguendo ancora per Corso Italia, la cosiddetta via del passeggio e dello shopping, si potrà ammirare anche un’altra bellezza storica, ovvero la Cattedrale di Sorrento. La Cattedrale è completamente in stile barocco ed è dedicata ai santi Giacomo e Filippo. All’interno vi è anche un Museo del Settecento davvero da non perdere.

La cultura storica e folkloristica di Sorrento

Per esplorare la vera anima di Sorrento è assolutamente da vedere via Santa Maria della Pietà che è una delle strade più antiche che porta porta poi lungo dei vicoletti, dove ci sono le storiche botteghe artigiane. È qui che è possibile comprare il miglior limoncello di Sorrento, gli oggetti intagliati nel legno e i merletti, altra tradizione artistica della città. Inoltre, verso via San Cesareo se arriva a Sedil Dominova che è un punto di ritrovo dei nobili sorrentini, dove oggi c’è la società di mutuo soccorso.

Proseguendo per il centro si giungerà fino alla Villa comunale dove c’è la chiesa di San Francesco e il suo chiostro del 1300. Questo è un luogo in cui si celebrano numerosi matrimoni. Affacciandosi dalla Villa comunale si potrà vedere già uno degli scorci più belli di Sorrento, ovvero Marina Piccola con i suoi stabilimenti balneari. Proseguendo fino a piazza Vittoria, invece si raggiungerà Marina Grande. Un vero e proprio borgo marinaro, il posto perfetto dove fermarsi per pranzo e dove godere della bellezza di Sorrento. Da qui si potrà partire per Capri, ci si potrà dedicare allo shopping e scegliere una delle più belle spiagge di Sorrento per rinfrescarsi.

Altre cose da fare assolutamente a Sorrento

Oltre al tour alla scoperta della Perla del Goldo, ci sono altre cose assolutamente da fare a Sorrento come ad esempio andare in spiaggia a Marina Grande. È una delle più particolari spiagge di sabbia vulcanica della zona. Poi, da non perdere i bagni della Regina Giovanna dove si trovano i ruderi della villa romana di Pollio Felice e dove c’è un arco con una sorta di piscina privata, che era amata dalla Regina Giovanna d’Angiò. Altra zona particolare di Sorrento per rilassarsi al mare è Marina di Puolo, Conca Azzurra poco prima di Massa Lubrense e Marina della Lobra in zona.

I sapori da non perdere a Sorrento

Chi visita Sorrento non può non dedicarsi anche al trekking, magari allungandosi verso Punta Campanella o Massa Lubrense e vedere gli scorci della baia di Ieranto. Da Sorrento è poi, molto così facile raggiungere Capri.

Assolutamente da non perdere, inoltre i piatti tipici della cucina sorrentina con un dolce famoso in tutto il Mondo come la delizia al limone e soprattutto, la pizza con i prodotti caseari della Penisola e gli gnocchi alla sorrentina. Inoltre, Sorrento è anche patria dei limoni IGP che  insaporiscono numerosi piatti e permettono di realizzare il gustoso limoncello. Insomma, Sorrento è una patria legata ad antiche tradizioni culinarie e dal sapore antico: avrete solo l’imbarazzo della scelta!