Cosa vedere in Lazio: ecco i luoghi più belli da visitare

Lazio cosa vedere

Raggruppare una decina di location da visitare nel Lazio è quasi impossibile.

Cerchiamo, tuttavia, di fornirvi delle idee per un tour.

I luoghi della tradizione da visitare nel Lazio

 Subito in prima battuta va messa Roma. Città principe della storia romana e i cui monumenti spopolano da sempre in tutto il globo per fama.

Oltrepassiamo la Capitale e troviamo Castel Gandolfo. La tenuta estiva del papato offre il Lago Albano, che è balneabile e nella Piazza della Libertà la fontana del Bernini e il Palazzo Apostolico. Infine ci sono anche i giardini della residenza pontificia.

Sperlonga e Gaeta preferiamo accopparle, perché non distano molto. L’una un paesino dallo stile greco antico con fonti d’acqua calda e fredda che si incontrano e con Terme di Tiberio da visitare dalla spiaggia. L’altra, molto più città, è da vedere per il suo castello angioino-aragonese e soprattutto per la Montagna Spaccata a ridosso della costa.

Come paesaggio lacustre è imperdibile quello di Bolsena, con i centri vicini da visitare e nell’occasione senza dimenticare l’isoletta di Bisentina.

Viterbo insieme a Fiuggi è la zona dei bagni termali, anche se una puntatina nel centro storico viterbese con il palazzo papale e gli edifici medievali è meglio farla.

Cosa vedere nel Lazio montano e rurale

Boville Enrica è in Ciociaria e si trova su una collina. Va visitata per la cinta muraria medievale di 18 torri e per l’abazia di S. Pietro Ispano, che conserva l’Angelo di Giotto.

Siete amanti dell’avventura e allora farà per voi Civita di Bagnoregio. Posta su un isolato sperone tufaceo è ormai un “non paese”. Il colle si sta sgretolando ed è raggiungibile solo con un ponte di 300 metri. A metà fra un paesaggio decadente e un paese fantasma.

Nel cuore della Tuscia, a Bomarzo, c’è il Parco dei mostri. Un giardino incantevole che propone una serie di costruzioni in pietra di animali allegorici, mostri e creature meravigliose. Ideale per i bambini che possono vivere la natura e godere anche delle cascate.

Greggio è uno di quei posti da visitare nella Regione laziale. Si trova fra le rocce, a 700 metri di altezza e la sua tradizione riporta di un presepe vivente nel 1223 da parte di S. Francesco. Oltre al panorama mozzafiato, poi, c’è da evidenziare la vicinanza del bosco di querce, lecci e la visita alla “Cappelletta”, primo rifugio storico del futuro santo.

Ultima tappa, per appassionati di archeologia etrusca è Sutri. Non distante da Roma, ma ricca di spunti da vedere: un anfiteatro romano insito nel tufo, una necropoli etrusca, un Duomo di origine romanica e un tempio pagano, che oggi è una Chiesa.

Cosa visitare in Lazio

Fermarsi a dire cosa visitare in questa terra è davvero difficile. Fra scorci marini, paesaggi di lago e misteriosi paesini rurali e antichi non si finirebbe mai di scoprirla.

Mancano all’appello moltissime località affascinanti e inconfondibili. Senza dimenticare la prelibatezza della cucina locale e dei vini prodotti.