Scrittori esordienti: quali sono le case editrici più affidabili?

Per uno scrittore in erba può non essere facile scegliere a quale casa editrice affidarsi. In questo articolo cercheremo di darvi alcuni consigli per fare la scelta migliore (oltre a darvi ovviamente qualche nome a cui affidarvi).

La forza è nei dettagli

In primis fate attenzione agli accordi da prendere con gli editori stessi. Non è raro trovare delle proposte molto vicine al self-publishing, con il peso della pubblicazione condiviso sulle spalle dello scrittore.

A ciò notate bene qual è l’importanza che l’azienda dà a ufficio stampa, marketing, pubblicità e molto altro. Per poter essere promossi al meglio è necessario che i canali social siano attivi, presenti presso il pubblico. Nel mondo digitale è davvero facile scoprire se tali dettagli sono ben considerati o meno.

Stessa argomentazione vale per la presenza alle varie fiere di settore.

Da non dimenticare anche la questione legata agli accordi economici: fate molta attenzione a specifiche clausole. Pubblicare è un impegno non solo per voi, ma anche per l’editore, ed è giusto che tali oneri vengano equamente divisi tra le parti.

Qualche nome

Vi proponiamo qualche nome, ma non dimenticate che non sono certo gli unici nel panorama italiano. Cercate di utilizzare quanto detto nel paragrafo precedente per orientarvi al meglio nella vostra ricerca e anche nei colloqui che avrete con case editrici.

Quali nomi proponiamo?

  • Adelphi Edizioni
  • Kowalski Editore
  • Navi Digitali Edizioni
  • Tunué Editore
  • De Agostini Editore
  • Casa Editrice Hacca
  • Baldini & Castoldi Editore

Per approfondire

  • https://www.storielibere.it/scrittori-esordienti-quali-sono-le-case-editrici-piu-affidabili/
  • https://writingtipsoasis.com/it/case-editrici-per-scrittori-emergenti/
Pubblicato
Etichettato come Servizi